Sfumature di Romagna

Non c’è nulla di più accogliente di un banchetto preparato apposta per te dai tuoi amici. Aglio Olio Pili Pili ha celebrato il capodanno ospitati nel verde intorno a Portico di Romagna, il paese natale della famiglia di Beatrice Portinari, la musa dantesca.

Il breve viaggio da Bologna a questa rigogliosa parte della Romagna che confina con la Toscana in una tersa giornata che sembra più autunnale che invernale, ci regala una strada dalle dolci curve, un panorama di colline a schiera, e dei profumi di terra e legna arsa, che ci donano le stesse emozioni di un caldo e familiare abbraccio. Questa terra di confine è chiaramente pervasa sia dalla cultura Romagnola che da quella Toscana. Come ci segnalano i nostri ospiti, la finocchiona che si trova nella macelleria del paese, l’accento locale, e naturalmente il panorama dell’appennino romagnolo, particolarmente verdeggiante e florido quest’anno con i suoi mille riflessi verdi, marroni e ambrati, sono tutti esempi di sovrapposizione tra le due regioni.

“Aglio Olio e Pili Pili” è un vero fenomeno, che vediamo riflesso in tutta l’Italia laddove nuove combinazioni di gusti e tradizioni vengono esplorate. Abbiamo avuto il piacere di un invito per un cenone di capodanno che riuniva alcune delle migliori prelibatezze della cucina libanese, kibbeh, baba ganush, insalata di rape e yogurt, e hummus, con un perfetto finale europeo di pere affogate al vino rosso. La cena, per quanto tradizionalmente libanese, è stata preparata a Portico di Romagna con ingredienti freschi comprati localmente. Il brindisi l’abbiamo fatto con champagne (francese), ma anche con un rum guatemalteco accompagnato da cioccolato salato peruviano. Non posso immaginare un modo migliore di inaugurare quello che si prospetta come un gustoso e prosperoso 2017.

img_0232

Il nuovo ebook Aglio Olio Pili Pili: Cibi e culture tra origini e futuro si incontrano a Bologna pubblicato da Morellini Editore è disponibile online presso: http://www.morellinieditore.it/scheda-ebook/odette-mitumba-boya-christine-s-boya/aglio-olio-pili-pili-9788862984928-397794.html

Odette

img_0204

img_0227

Versione inglese:

Shades of Romagna

Nothing makes you feel more welcome than an abundant meal prepared for you by friends. Aglio Olio Pili Pili were invited as guests to ring in the New Year in the countryside surrounding Portico di Romagna, which also happens to be the location of the family home of Beatrice Portinari, Dante’s elusive muse.

Arriving from Bologna against the backdrop of a crisp blue cloudless sky into this part of Emilia Romagna which borders Tuscany, feels like rolling into someone’s familiar warm lap, with its welcoming curves, cascading hills, and earthy smoky scents. This area also straddles cultural borders between Emilia Romagna and Tuscany. Our hosts pointed out that the finocchiona from the local macelleria, the peoples’ accents and of course the Appennino Romagnolo landscape, unusually green this year, reflecting the sun a thousand shades of green and brown, are all examples of overlap between the two regions.

“Aglio Olio Pili Pili” is a real phenomenon. We see it everywhere in the new combinations of flavors and traditions popping up all around Italy. We had the great fortune to be invited to a New Year’s eve meal which brought together some of the best of Lebanese cuisine: kibbeh, baba ghanoush, red beet and yogurt salad, hummus…with the perfect European finale of drunken poached pears. The meal was prepared in Portico di Romagna with fresh ingredients purchased locally. To toast, we enjoyed Champagne (France), and a pairing of Guatemalan rum with Peruvian salt chocolate. I can’t think of a better way to inaugurate what promises to be a tasty and prosperous 2017.

Our new ebook Aglio Olio Pili Pili: Cibi e culture tra origini e futuro si incontrano a Bologna published by Morellini Editore is now available online: http://www.morellinieditore.it/scheda-ebook/odette-mitumba-boya-christine-s-boya/aglio-olio-pili-pili-9788862984928-397794.html

Odette

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s